VISITA PASTORALE a S. STEFANO QUISQUINA

42

Notiziario di Telepace – 16.11.2004

VISITA  PASTORALE  a S. STEFANO  QUISQUINA

servizio di Chiara Ippolito

Torna tra il suo gregge, mons. Carmelo Ferraro. Torna in viista pastorale nelle comunità cittadine e parrocchiali.

Si conclude oggi la tappa a Santo Stefano Quisquina, prima alla Chiesa Madre e poi alla Parrocchia della Madonna del Carmelo.

MA il viaggio per la strade dell’ampia diocesi, sulla vie degli uomini a portare la parola di Dio continua, già da domani.

Alla Chiesa Madre di Cammarata fino a martedì prossimo e poi a Santa Domenica e alla Badia fino alla fine del mese.

Portare la parola di Dio e conoscere il popolo che il Signore ha affidato a lui. Conoscerlo, dunque. Che significa incontrare i rappresentanti politici, coloro che guidano la cittadinanza… incontrare quanti lavorano in parrocchia. I sacerdoti, in primo luogo, ministri di Dio e inviati dal vescovo. E poi il consiglio parrocchiale, composto dai presbiteri e dai diaconi, dai consacrati e soprattutto da laici.

Un organo che contribuisce a realizzare la comunione nella Chiesa come strumento di partecipazione aperto a tutte le componenti del popolo di Dio e ha il compito di studiare, valutare e proporre conclusioni operative per quanto riguarda le attività della comunità in cui vive e opera. Ma conoscere il popolo significa conoscere tutti, anche i più deboli. Cos’, monsignor Ferraro parte e va in casa di chi soffre. L’incontro con gli ammalati è infatti diventato un punto centrale nelle visite pastorali, un esempio dell’attenzione che la comunità deve avere per tutti coloro che sono amati dal Signore, per tutti coloro che Dio ha creato.

E la visita del pastore della Chiesa agrigentina, diventa allora, a Santo Stefano prima, a Cammarata poi, e ancora nei tanti centri della diocesi, stimolo e segno d’amore e di unità.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More