SACERDOTI FORGIATORI DI SANTI PER IL TERZO MILLENNIO SULLE ORME DI PAOLO

50

Notiziario di Telepace – Martedì 26.10.2004

MALTA – CONVEGNO INTERNAZIONALE DEI SACERDOTI 18-23 OTTOBRE

SACERDOTI FORGIATORI DI SANTI PER IL TERZO MILLENNIO SULLE ORME DI PAOLO

Si è appena concluso il Convegno internazionale dei Sacerdoti, sul tema abbastanza impegnativo, “Sacerdoti forgiatori di Santi per il terzo millennio, sulle orme di Paolo”. Un Convegno della durata di una settimana che si è svolto, nella tradizionale e calorosa accoglienza degli abitanti, nelle isole maltesi, le incantevoli isole del Mediterraneo, dove il ritmo della vita è ancora scandito dai riti cristiani, da quando quasi 2000 anni fa il Cristianesimo vi è stato portato dall’Apostolo Paolo, approdato per un naufragio nell’isola, durante il suo viaggio da prigioniero verso Roma, per esservi giudicato come ribelle politico e dove avrebbe coronato la vita col martirio. Ecco il motivo del tema del Convegno, finalizzato a stimolare i sacerdoti nel loro ruolo specifico di forgiatori di santi per il nostro tempo, sulle orme dell’apostolo delle Genti, costretto a trascorrere l’inverno dell’anno 60 nelle isole di Malta e di Gozo, luoghi dove tuttora è molto viva la devozione verso il grande convertito Saulo di Tarso, divenuto sulla via di Damasco, Paolo apostolo.

Il Convegno che ha visto la presenza di oltre mille Sacerdoti provenienti da 81 paesi di tutti e cinque i continenti, è stato organizzato dalla Congregazione Vaticana per il Clero e si è aperto con una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Prefetto di questo sacro dicastero, Darìo Castrillon Hoyos, nella Cattedrale S. Giovanni Battista di Valletta, per concludersi alla fine con un’altra solenne concelebrazione al Santuario Mariano della Madonna di Ta  PINU  a  Gozo, presieduta dal card. Angelo Sodano, segretario di Stato Vaticano, alla presenza delle massime autorità della Repubblica  di Malta.

Intense le giornate del Convegno, con relazioni seguite contemporaneamente da tutti grazie alla traduzione simultanea nelle diverse lingue; relazioni di alto contenuto teologico, svolte da eminenti porporati delle parti più diverse del mondo, su temi come: “Paolo, l’evangelizzazione e le sfide delle culture”, “Santità trinitaria, cristocentrica, pneumatica-paolina, eucaristica e mariana del Sacerdote”.

Tra i relatori, mons. Bruno Forte, P. Cantalemessa, l’arcivescovo di Boston, quello di Bombay, di Westminster, il Patriarca di Venezia, il Card. Martins, prefetto della Congregazione dei Santi e il card. Sepe, prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli.

E l’evangelizzazione, base insostituibile di ogni cammino di santità, a cui è prioritariamente chiamato per nativa vocazione ogni sacerdote, deve rapportarsi alle diverse culture, accogliendo i valori autentici, sanando eventuali disvalori, escludendo ogni forma di sincretismo e di particolarismo fittizio, ma facendosi nella maniera migliore, come l’apostolo Paolo, tutto a tutti, per portare tutti a Cristo.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More