Oggi su Radio RF 101- “Canicattì, miracol di concordia”-il gatto Victor ed il dramma del coronavirus

-Eitoriale di Radio RF 101- lunedì 9-3-2020 – Gatto ciccione non può volare.–In un giornale locale che si stampava periodicamente  a Canicattì sino alla seconda metà degli anni ’50 del secolo scorso, dal titolo “La TORRE”, in alto,  subito  sotto il titolo stava scritto: “Canicattì, miracol di concordia…fra cani e gatti, uomini e somari…sede del serenissimo Parnaso…”… ed il riferimento era all’Accademia del Parnaso, istituzione unica nella storia dell’umorismo siciliano,…accademia sorta nel 1922  e che andava per la maggiore negli anni trenta, conosciuta in tutta Italia per l’originalità di talune iniziative, delle sue battute e delle sue trovate…. Canicattì miracol di concordia fra cani e gatti…..e si dice che, negli anni 30, quando un gruppo di canicattinesi fu ricevuto da Papa Pio XI, il papa del Concordato con l’Italia del 1929,  quando il Papa chiese da dove il gruppo, presente nella sala assieme ad altri gruppi,  proveniva…. sentendo la parola CANICATTI’ subito aggiunse “CI TENETE a quell’ACCENTO……..ed alcuni anni fa un parroco del veronese – mi trovavo esattamente a Borghetto sul Mincio, a pochissimi chilometri da Verona, mi presentò all’assemblea liturgica prima della Messa, dicendo che io ero di Canicattì….” – ed aggiunse – “questa non è una battuta…ma la verità”……Canicattì e Parnaso evocano tanto cose su cui magari qualche altra volta potremo ritornare….adesso il mio ricordo è andato alla scritta “Canicattì, miracol di concordia fra cani e gatti…”, perché nei giorni scorsi, tra i tanti problemi che abbiamo, da quello gravissimo dei profughi siriani….a quello interno  del problema CORONAVIRUS,

con tutti gli allegati e collegati, che stanno succedendo e di cui veniamo a conoscenza,  all’interno della nostra Italia, Sicilia e Favara compresa…. i grandi giornali hanno trovato modo e tempo – sentite un po’….udite genti ! –  di dedicare ampio spazio al GATTO VICTOR…… sì, proprio così…ad un GATTO  di cui, – si dice – visto il clamore suscitato da tanti giornali, si è anche interessato lo stesso Presidente russo Vladimir Putin, attraverso il suo portavoce, DIMITRY  PESKOV……….

Che cosa è successo…..ecco tanti titoli di giornali….e giornali non “di provincia” cioè di tiratura limitata, ma grandi giornali nazionali e internazionali…incredibile ! tanti titoli….Il gatto pesa troppo per stare in cabina …..Il tuo gatto è troppo grasso ……Un gatto troppo ciccione per volare………  “Il gatto russo “troppo pesante” perderà 1 chilo e mezzo e potrà volare in aereo”…..

Cioè  il “grasso” gatto Viktor potrà recarsi a visitare Kazan partendo in aereo da Vladivostok solo dopo aver perso un chilo e mezzo, …ha riferito  il suo padrone Mikhail Galin….. Galin, cioè il proprietario  e il suo gatto sono stati invitati a Kazan- che è la capitale della repubblica russa del Tatarstan e la sesta città della Russia per popolazione, con una popolazione di 1.243 500 abitanti ….è stato invitato insieme al suo gatto dal presidente del Comitato statale per il turismo del Tatarstan ……..e da Kazan partivano proteste  contri chi  e contro la compagnia aerea che non aveva voluto imbarcare quel bagaglio a mano, troppo pesante a causa del troppo grasso gatto Victor….

Mikhail Galin ha deciso di accettare l’invito, ma in una conversazione con Sputnik ha notato che il suo gatto Viktor deve perdere ancora un chilo e mezzo……….”Finora non c’è ancora l’opportunità, sebbene Viktor abbia già perso 500 grammi ed ora pesi 8 chili”, ha detto Galin. Secondo Mikhail, le regole di trasporto rimangono le stesse, quindi il gatto deve ancora perdere peso.   “Se il ministero del Turismo è ancora felice di vederci, saremo felici di visitare Kazan…. l’ospitalità tatara non ha una data di scadenza, quindi ci aspettano in qualsiasi momento,” ha notato il proprietario del gatto Viktor.  Tutto questo perché  Galin si era  visto rifiutare l’imbarco sul volo Mosca-Vladivostok. L’uomo era in viaggio con il suo gatto Viktor dalla capitale lettone Riga verso Vladivostok, nell’estremo Oriente russo, con scalo all’aeroporto di Mosca……e la notizia che questo gatto, per la sua obesità  non era  potuto salire in aereo,  aveva costretto il padrone ad escogitare un piano alternativo non secondo le regole per cui il padrone aveva subito sanzioni……Il gatto non può viaggiare in cabina…..Che notizia !  Abbiamo voluto di proposito attenzionare questa notizia, unendoci alla grande stampa,  in questo momento per sdrammatizzare un po’ sulla situazione nostra italiana e non solo ! …per dire sorridendo… “che attenzione della stampa che va per la maggiore…mentre ci sono problemi concreti sulla povera gente, di gran lunga  ben più gravi di quelli che riguardano la sorte di un gatto e del rammarico del suo padrone”….…..problemi internazionalei che stanno scuotendo il tessuto sociale e non sappiamo ancora quello che ci attende…. E c’è tutta una serie di decisioni prese per problemi interni dall’attuale  Governo tripartito giallo-rosso, formato da Movimento 5-Stelle, PD e Italia viva,… decisioni che segnano profondamente la vita degli italiani. Decisioni per tutti e non più soltanto le regioni particolarmente colpite dal coronavirus che è la sciagura che si è abbattuta anche sull’Italia da qualche settimana.

Adesso, per i suggerimenti del Comitato scientifico, vengono  sconsigliati contatti ravvicinati tra le persone, niente abbracci e baci e comunque  saluti  particolarmente affettuosi,… pressante il consiglio agli anziani a rimanere casa,… annullati i raduni affollati. Ed a proposito di raduni affollati,  tante manifestazioni sportive avverranno a porte chiuse, senza diretta partecipazione di pubblico. Insomma tutta una serie di comandi- suggerimenti destinati ad incidere non poco sulla vita concreta degli italiani, senza parlare delle conseguenze economiche il cui disastro sicuro, non è al momento quantificabile.

I commenti sono chiusi.