Nel senso della real-politik per il bene dell’Italia e nel rispetto della volontà popolare

In un periodo assai polticamente delicato, nella difficoltà di formare una maggioranza per far nascere un GOVERNO in Italia, dopo le elezioni politiche del 4 marzo u.s. regolate dalla legge “Rosatellum” ….. una proposta di riflessione…credo in sintonia con l’appello del Presidente Mattarella e con una larga fascia di cittadini responsabili…..Attenzione a non trascurare il senso della real-politik….dopo gli ultimi cinque anni in cui i poveri si sono raddoppiati e le diseguaglianze mai come in questo periodo così visibilmente accresciute….PERCHÉ NON SFIDARE chi ha vinto SU DUE PUNTI BEN PRECISI….CIOÈ LOTTA ALLA POVERTÀ E LOTTA CONTRO I PRIVILEGI di qualsiasi tipo di casta ? …………………NON SONO QUESTI DUE PUNTI che dovrebbero andare bene a tutti ?….sfidare solo su questi punti, consentendo di governare a chi ha vinto, senza chiedere poltrone e nulla di nulla….solo vigilare e pretendere l’attuazione di quanto stabilito, senza furberie interessate …. …..potrebbe essere una maniera efficace per recuperare credibilità…… ‘…..

I commenti sono chiusi.