La voce della Comunità della Parrocchia BMV Mediatrice di tutte le Grazie di Agrigento

46

Mercoledì 08.01.2003

La voce della Comunità della Parrocchia BMV Mediatrice di tutte le Grazie di Agrigento

servizio di don Diego Acquisto  

“La voce della Comunità” è il titolo di un numero unico, – giornale a quattro facciate, a colori, in elegante veste tipografica, – della Comunità parrocchiale della BMV Mediatrice di tutte le Grazie di Agrigento, servita da poco più di un anno da un nuovo parroco, don Giuseppe Ferranti, un nome ben noto nel mondo giornalistico di Agrigento e provincia, ma non solo, per essere stato condirettore del settimanale diocesano “L’Amico del Popolo”,  per oltre un ventennio, in periodi particolarmente caldi e vivaci per la vita socio-politico-religiosa della nostra provincia.

“La voce della Comunità”, giornale ricco di immagini e fotografie, ampiamente diffuso nella città capoluogo durante i giorni delle festività natalizie appena trascorse, fa conoscere il cammino di un anno di una Comunità, quella appunto della  BMV Mediatrice di tutte le Grazie di Agrigento, che dal cambiamento del Parroco ha saputo trovare spunto e motivazioni, per un  nuovo slancio di fervore e di attività. Senza nulla togliere a lavoro ultradecennale, intelligente e prezioso di don Giuseppe Matraxia, in questo ultimo anno appena trascorso, la parrocchia ha ripreso con maggiore vigore il suo cammino, valorizzando le sue potenzialità, in un provvidenziale intreccio di circostanze, in cui l’avvicendamento dei sacerdoti nel servizio di una parrocchia può giocare un suo ruolo. “Un anno di grazia”, quello del 2002 appena trascorso, per la Comunità parrocchiale, durante il quale, come riferisce il Cronista, partendo dall’immissione canonica di don Giuseppe Ferranti, sono stati vissuti  momenti particolarmente significativi, come la festa della Madonna delle Grazie, animata dalle riflessioni del compianto P. Ignazio Settecasi Passionista,  la Novena del Natale, animata dai bambini del Catechismo con la presentazione del “presepe vivente”, la costituzione del Gruppo dei Ministranti, l’evento di grazia  della Madonna pellegrina tra le famiglie durante il mese di maggio, quando il parroco don Giuseppe Ferranti, guidato dai Missionari laici delle quattro zone pastorali, in cui è stata divisa la Parrocchia, ha visitato e benedetto tutte le famiglie. Naturalmente non poteva mancare nel giornale l’articolo di fondo di don Giuseppe Ferranti, un vero e proprio editoriale, dal titolo “Comunità viva”, in cui con il tocco del maestro, viene tratteggiato l’idenkit di una Comunità Parrocchiale, alla luce dell’ecclesiologia del Concilio Vaticano II che  ha messo in rilievo la natura della Chiesa, “segno e sacramento della comunione degli uomini con Dio e degli uomini tra di loro”. Ancora. Oltre a larghi brani della lettera dell’Arcivescovo ai Cresimandi, il giornale riporta un elenco degli stessi, dei bambini che nel corso dell’anno sono stati battezzati e di quanti  hanno ricevuto la Prima Comunione, dei giovani che  hanno celebrato il loro matrimonio in Parrocchia,  oltre che dei parrocchiani che hanno concluso la loro vita sulla terra e sono ritornati alla Casa del Padre. Infine il bilancio economico della festa della Madonna e l’annuncio del prossimo acquisto di una confortevole Casa Canonica con i contributi all’85% della CEI, mentre della rimanente somma del 15% dovrà farsene carico il Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More