Invochiamo ed onoriamo S. PIO da Pietrelcina

 In questo tempo particolare di persistente epidemia-coronavirus, pur con tutti gli accorgimenti del caso previsti dalla norme in vigore, il Gruppo di Preghiera “Maria Ss. della Neve” della Parrocchia S. Vito, così come gli altri anni, non vuole far passare inosservata la prossima ricorrenza del 23 settembre, 52° anniversario della morte di P. Pio.

 

Ricordiamo che Padre Pio, al secolo Francesco Forgione,  nato a Pietrelcina il 25 maggio 1887, ha concluso la sua vita a San Giovanni Rotondo il 23 settembre 1968.

E’ stato un presbitero di santa vita, dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, che  la Chiesa  con San Giovanni Paolo II  ha riconosciuto santo il 16 giugno 2002,  fissandone la memoria liturgica il 23 settembre, nell’anniversario  della sua morte, giorno  della sua nascita alla vita beata del Cielo.

Favara, che ha sempre  nutrito grande devozione per questo umile frate dalla vita santa e travagliata, non ha mai mancato in vari luoghi ed occasioni di creare momenti di riflessione e di preghiera, invocando la Sua  protezione, così come, privatamente,  spesso fanno tanti fedeli e tante famiglie favaresi.

Ricordiamo che la Parrocchia S. Vito, accogliendo la richiesta della famiglia Presti-Vetro-Rizzo, in data 28 febbraio 2004 ha accolto all’interno della Chiesa una delle più belle e significative statue del Santo, raffigurato benedicente, allora con una grande manifestazione di fede comunitaria rimasta impressa nella memoria; una processione che è partita dal Calvario e si conclusa in Chiesa, dove però è riuscita ad entrare solo una piccola parte della grande massa di folla presente, che perciò è rimasta fuori nella piazza antistante.

Ricordando, in questo momento di particolare difficoltà per la salute fisica e non solo,  il cammino di fede compiuto, vogliamo invocare S. PIO per ottenerne la sua particolare protezione. Non solo per  restare immuni da ogni pericolo, ma per affrontare tutto con una fede più autentica  e matura.

Una fede che ci faccia crescere di più e meglio nella carità solidale, contro ogni forma di razzismo, violenza ed intolleranza da qualsiasi parte provenga e comunque colorata, nero o rosso che sia.

Come gli altri anni  all’interno della Chiesa di S. Vito, a partire da domenica 20 c.m. la statua di S. Pio da Pietrelcina lasciando il suo posto abituale, sarà collocata in particolare evidenza all’interno del Presbiterio, dove resterà sino al 4 ottobre, festa di S. Francesco d’Assisi, patrono d’Italia.

Ciò per richiamarci all’ideale francescano, sostanziato di semplicità, fraternità, umiltà, amore per Dio e per il prossimo, specie se povero e sofferente.  Quest’anno anche per accogliere il magistero di Papa Francesco che proprio da Assisi promulgherà la sua nuova enciclica ”Fratelli tutti”, sulla fraternità e sull’amicizia  sociale.

Inoltre la statua di San Pio in  particolare evidenza ci vorrà  invitare anche visivamente a puntare di più l’ attenzione sul nostro tabernacolo, dove c’è l’antica scritta Deus absconditus”, Dio nascosto.

Cioè l’Eucarestia, presenza sacramentale, viva e reale, di Gesù di Nazareth che ci propone sempre la sfida della paternità di Dio e quindi della nostra fraternità.

Programma

Domenica 20 settembre  Sante Messe alle ore 10 ed 11,15,

Lunedì 21 e Martedì 22 settembre

ore 8, 45  Recita del S. Rosario con pensieri di riflessione sui vari misteri tratti da scritti di P. Pio, ed a seguire celebrazione della Santa Messa, con inno finale in onore del Santo.

Mercoledì 23 Settembre

Giorno della Festa del Santo

Ore 18 Esposizione del Ss. Sacramento. Ora Santa ed adorazione eucaristica

Ore 19,15  celebrazione  della S. Messa animata da Gaetano Di Rosa.

Favara 18 – settembre – 2020

Per il Gruppo di Preghiera “Maria Ss. della Neve”

Piera e Lillo Montaperto

 

Il Parroco

Sac.  Diego Acquisto

 

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

I commenti sono chiusi.