FESTA di S. GIUSEPPE

49

Mercoledì 19.03.2003

FESTA di S. GIUSEPPE

servizio di don Diego Acquisto

 

Celebrata oggi, con grande devozione, la festa di S. Giuseppe, il grande patriarca che riceve le comunicazioni del Signore, attraverso l=umile via dei sogni. Racconta infatti S. Matteo nel suo Vangelo, che a Giuseppe, che in segreto pensava di licenziare Maria, la sua sposa, perché incinta senza che lui, lo sposo, ne sapesse niente, apparve in sogno un angelo del Signore che gli disse : ANon temere Giuseppe di prendere con te Maria, perché quel che è generato in lei, viene dallo Spirito Santo@. S. Giuseppe comprende la volontà di Dio e fa come gli ha ordinato l=Angelo.

Sposo di Maria e padre putativo di Gesù, guida la sacra Famiglia nella fuga e nel ritorno dall= Egitto, rifacendo il cammino dell=Esodo. Come l=antico Giuseppe, è l=uomo giusto e fedele che Dio ha posto a custode della sua casa. Fra tutti i Santi, dopo la Vergine SS., la Chiesa riserva una particolare venerazione a S. Giuseppe. Una spontanea venerazione che la semplice fede del popolo cristiano ha sempre colto e continua a cogliere. Così in molti nostri paesi, come ad Agrigento, a Favara, a Campobello, a Canicattì, a Ravanusa, a Ribera, a Cammarata, a Menfi, si sono rinnovate oggi oltre alle manifestazioni di fede e di devozione, anche tante belle e suggestive tradizioni.

Sono state organizzate le cosiddette Atavolate@, con raccolta di viveri per i bisognosi e momenti collettivi di gioia e di fraternità, in tanti quartieri e piazze. Come a Favara, dove è in corso la Missione Giovani, animata dai Francescani, e dove a conclusione della processione, quest=anno particolarmente partecipata, dopo aver festeggiato i Papà nella grande Chiesa Madre, in Piazza Cavour, a cura del rinnovato Comitato, c=è stata la AMINESTRATA@, con distribuzione a volontà di oltre 2000 porzioni di minestra, per il godimento del popolo. Una kermesse popolare di piazza, ricca di colore e di fascino, assai gradita al popolo favarese, organizzata dall=Arciprete don Giuseppe Veneziano, mentre sul palco suore e frati francescani, si alternavano a proporre melodiosi motivi musicali. In questo contesto di gioia, a conclusione della giornata, più tardi, nel contesto della MISSIONE GIOVANI, che di giorno in giorno va entrando nel vivo, la Comunità Ecclesiale di Favara, tra le ore 23 e 24 di questa notte, in coincidenza con la scadenza dell=ultimatum del Presidente americano Bush a Saddam Husseim, nella Cappella del Camper Mobile di Via IV Novembre, ha organizzato una Veglia di Preghiera per la Pace, in profonda sintonia con l=appello del Papa.

Ad Agrigento città, invece, concluso il triduo di preparazione predicato da don Nicola Madonia, nella Chiesa di S. Domenico, e anticipata alla vigilia, la Festa del Papà, con l=animazione dei Fisarmonici della Valle, oggi c=è stata la benedizione e la distribuzione della tradizionale minestra della fraternità, preparate con fave, broccoli e ortaggi vari. E dopo la solenne processione, accompagnata dalla banda Musicale ACittà di Realmonte@, la Messa dell=Arcivescovo Mons Carmelo Ferraro, a cui ancora sono seguiti momenti di intensa fraternità, nell=antistante Piazza Pirandello, davanti alla sede della Municipalità, per onorare S. Giuseppe, questo Santo, così popolare, che richiama tutti al gusto delle cose semplici ed alla serenità delle gioie familiari.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More