FAVARA verso la PASQUA

43

Notiziario di telepace – venerdì 02.04.2004

FAVARA verso la PASQUA

servizio di don Diego Acquisto

Fervono a Favara, così come in tutti i Comuni della nostra provincia, i preparativi per la Pasqua; impegnato il Comitato “Venerdì Santo” della Parrocchia S. Vito, che quest’anno ricorda il 30° della sua attività, come pure la Pubblica Amministrazione, che proprio domani, al Castello Chiaramontano inaugura l’ottava SAGRA dell’AGNELLO PASQUALE; una Sagra significativa, proprio intonata a questo periodo sacro dell’Anno, in cui, con una serie di momenti significativi di intrattenimento, si cura la promozione di uno dei dolci più tipici della pasticceria locale; una Sagra che si protrae sino al prossimo 8 aprile, giovedì santo, nelle stupende Sale del Castello Chiaramontano, con manifestazioni culturali di spessore, da una estemporanea di pittura “Dipingi l’agnello” a cura del maestro Vincenzo Patti, alla esposizione degli elaborati grafici a fumetti sull’Agnello, realizzati dagli alunni dei vari Istituti scolastici, a momenti di Musica Sacra, con i maestri Vitale, Santangelo, Tallito; l’attenzione sarà sempre concentrata sul tipico prodotto favarese, l’Agnello Pasquale, la cui rivalutazione apre per l’artigianato locale, sicure prospettive nel settore dell’industria dolciaria.

Ma quella del’Agnello Pasquale, non è l’unica attività che attira l’attenzione su Favara, anche se sicuramente sul piano gastronomico è la preminente. Sul piano della rappresentazione del mistero, da oltre un decennio questa parte, un posto particolare merita la rappresentazione della Via Crucis vivente, a cura degli alunni della Scuola Media “Cap. Vaccaro”. Una rappresentazione in dialetto siculo-favarese, giunta quest’anno alla tredicesima edizione e che vedrà , il prossimo martedì santo, la partecipazione straordinaria anche di ex-alunni della Scuola, nel ruolo dei vari personaggi, dei soldati e della folla . Per quanto riguarda i momenti strettamente spirituali, un momento significativo già questa sera con la Via Crucis cittadina, guidata da Mons. Luigi Bommarito, già vescovo di Agrigento ed arcivescovo emerito di Catania, presente in questi giorni a Favara, a visitare, accompagnato dall’arciprete Veneziano, scuole, circoli, ammalati, nonché le sedi istituzionali del Consiglio Comunale e della Civica Amministrazione guidata dal Sindaco Airò.

Ma a Favara, la Settimana Santa, con l’immediata preparazione alla Pasqua, inizierà lunedì pomeriggio con la tradizionale processione della Madonna Addolorata, a cui seguiranno poi i vari momenti programmati, con particolare riferimento alla giornata del Venerdì Santo, quando si rinnoverà la tradizione della Via Crucis, davanti alle gigantografie delle varie Stazioni, collocate lungo il percorso che da Piazza Cavour conduce al Calvario, dove si procederà all’esposizione di Cristo sulla Croce. Insomma, tutta una serie di impegni, curati dal Comitato Venerdì santo, che quest’anno gusta la gioia di celebrare il trentennio di attività. Una ricorrenza, questa del 30° che sarà ricordata con la distribuzione di artistico doppio cartoncino, nel cui interno, oltre, alla Sacra artistica immagine di Gesù con la Croce, -una pregevole statua del sec. XIX che si conserva nella Chiesa di S. Vito- sono state inserite alcune preghiere devozionali tanto care al popolo cristiano.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More