Favara merita ben altro dell’attuale situazione socio-politica

Situazione assurda e pirandelliana a Favara. Proprio così ! nel rispetto della democrazia situazione assurda e pirandelliana, come, con una punta di umorismo, c’era venuto spontaneo dire in un nostro precedente servizio, quando abbiano affermato che Favara risultava bene inserita nell’attuale scenario politico nazionale.
Un’affermazione che sui social ci è stata contestata da parte di qualcuno. Al quale, da parte nostra non è  stata fornita alcuna spiegazione, perché sicuri che la stragrande maggiorana dei lettori coglieva bene il senso della nostra affermazione, unicamente finalizzata ad informare. Contemporaneamente però anche invitare a riflettere anzitutto quelli che dal popolo favarese nel giugno 2016 sono stati eletti per una svolta di buon governo amministrativo, sull’onda del desiderio grande di rinnovamento, con la promessa di trasparenza e di costante dialogo con i cittadini.
Trasparenza e dialogo su cui non pochi, ad oltre tre anni di distanza avanzano non poche riserve, perché venute del tutto meno, o comunque a livelli sicuramente inferiori rispetto alla precedente amministrazione che su questo campo aveva pure tanto lasciato a desiderare.
Adesso l’assurdità della situazione di cui abbiamo parlato sta nel fatto che i 14 Consiglieri Comunali pentastellati – (che in Consiglio Comunale sono maggiorana assoluta) – per contrapposta valutazione dell’operato della Sindaca Alba, sono spaccati esattamente a metà, tra favorevoli e contrari. E quindi lo stesso Movimento, per il 50% è al Governo e contemporaneamente per l’altro 50% sta all’opposizione.
Ma il 50 per cento che è al Governo, se è riuscito con alcuni voti dell’opposizione a non fare passare il 16 ottobre scorso la mozione di sfiducia, adesso non riesce a fare approvare una delibera. E che tipo di delibera, la TARI per gli anni 2017 e 2018 che prevede un aggravio sulle bollette di circa 700mila euro.
Chiaramente non si tratta proprio di noccioline…! , a fonte di un servizio che è quello che è. E che, malgrado i tanti proclami, la maggior parte dei favaresi valuta peggiorato rispetto al passato.
Ci viene da dire. Povera la nostra Favara !
E dire che nel programma elettorale del 2016 le promesse erano ben altre, come è facile riscontrare, rivedendo il programma e gli impegni presi.
Adesso l’assurdità della situazione è che la situazione deve essere risolta dal Consiglio Comunale. Dal canto suo la Sindaca Alba, dati alla mano che elenca, parla di risparmi che con oculatezza ha saputo accumulare per le casse comunali; e poi personalmente Lei è in una botte i ferro, dato che, non

oznor

essendo stata approvata dal Consiglio la mozione di sfiducia, deve governare sino alla scadenza naturale, cioè sino a giugno 2021.
Intanto c’è da fare approvare qualche delibera veramente importante e la strategia usata dalla Presidenza del Consiglio non solo sembra non funzionare, anzi pare aggravare la situazione.
Per sintetizzare ! se cogliamo bene il nocciolo della situazione, solo otto consiglieri comunali sembrano disposti all’approvazione, mentre necessiterebbe almeno un minimo di 10 presenze di Consiglieri comunali intanto per la validità delle seduta del Consiglio Comunale in terza convocazione. E poi di questi, richiedendosi per l’approvazione il voto favorevole della metà più uno, significa che sarebbero sufficienti sei voti favorevoli per approvare una delibera che carica sui contribuenti favaresi l’onere di 700mila euro.
E ciò perché pare sia richiesto da una sentenza del Tribunale che ha emesso un decreto ingiuntivo all’Amministrazione Comunale in carica.
Non c’è bisogno di commenti e chiarimenti. Tutto è sotto gli occhi di tutti ! è il bello della democrazia.

E per concludere diciamo pure che non manca di farsi sentire la voce del prof. Rosario Manganella, ex primo cittadino, sulla sua pagina facebook, in una continua raffica di comunicati anzitutto parla di due milioni in meno del costo complessivo TARI, durante gli anni antecedenti al 2016. Ed a questo punto si tratta solo di verificare i numeri, e non di dissertare di opinioni !. Non solo ! i cittadini vengono continuamente sollecitati a mobilitarsi, ed i Consiglieri Comunali consigliati a non approvare.
Francamente non riusciamo a capire come potrà finire, mentre siamo più che mai convinti che Favara meriti ben altro.

                                                                                                               Diego Acquisto

 

I commenti sono chiusi.