FAVARA per la VITA

54

mercoledì 09.04.2003

FAVARA per la VITA

servizio di don Diego Acquisto

 Una città provata, provocata. Colma di vita, di uomini, di sofferenze, di meraviglie. Ma Favara grida alla vita. Piange per i suoi giovani spenti nella droga, ma chiama la vita per chiudere una notte di dolori”. Ha scritto così in un depliant largamente diffuso nelle settimane scorse, per un interessante Convegno che inizia domani a Favara, Padre Eligio Gelmini della Provincia Francescana Lombarda, frate sicuramente francescano quanto chiaramente controverso e impavido, che da decenni è impegnato a capo fitto, con la sua organizzazione Mondo X, sul fronte della lotta alla droga e alle più variegate forme di emarginazione sociale. Un Convegno davvero interessante, con un ricco ed articolato programma, quello che inizia domani a Favara, alle ore 10 al Palasport “Giglia “con un incontro con studenti ed insegnanti delle scuole medie inferiori e superiori, per proseguire poi, nel pomeriggio al Castello Chiaramontano, con l’incontro con operatori sociali e culturali, famiglie, insegnanti, preti e religiosi, alla presenza dell’Arcivescovo Mons. Carmelo Ferraro. E poi ancora, dopodomani, 11 aprile, con due incontri, sempre al Castello Chiaramontano, di mattina per operatori socio-sanitari, Associazioni varie ed Autorità e poi ancora nel pomeriggio, con l’incontro personale con P. Eligio, per concludersi poi, alle ore 21, nella Chiesa Madre, con una Veglia di Preghiera, presieduta dall’Arcivescovo. Apporti culturali altamente qualificati, testimonianze, riflessione, preghiera, sono i momenti significativi di un Convegno che sicuramente lascerà il segno nel tessuto sociale di Favara. Un Convegno ad alto livello, con ospiti d’eccezione, da Gianni Rivera, del quale è superflua ogni indicazione, al Prof. Adriano Di Maio, già Rettore del Politecnico di Milano ed ora della Luiss di Roma., a Padre Duque Fabio Javanillo del Pontificio Consiglio Vaticano per la Cultura. Favara, aggredita dal fenomeno droga, con la spinta dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Lorenzo Airò, non abbassa la testa e non si rassegna, ma richiama tutti al senso di responsabilità, per una possibile inversione di marcia, con l’aiuto delle istituzioni e la valorizzazione delle tante, ma proprio tante, energie sane di cui dispone. Gli scopi dell’Associazione Mondo X, – l’associazione fondata da P. Eligio – a cui si è voluto ricorrere, sono proprio quelli di operare nel campo del disadattamento sociale e della emarginazione, svolgendo una azione concreta a favore dei giovani che, per ragioni diverse e in diverse forme, si trovano in situazioni difficili. In particolare in favore di coloro che sono dediti all’uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti e cercano aiuto per liberarsi dal la dipendenza della droga e delle sue conseguenze.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More