FAVARA-Due eventi significativi per la città: Settimana della legalità e Lettera aperta di 110 cittadini

60

 Settimana della Legalità e Lettera aperta***Due  eventi che in realtà nulla hanno a che fare per essere accomunati, ma che stimolano a pensarla diversamente, solo per il fatto della misteriosa coincidenza temporale. Una coincidenza anche se  casuale però, che può risultare  feconda, e, pare, davvero foriera di buoni risultati per l’intera comunità favarese.

Cerchiamo di chiarire meglio !

In questo periodo, ormai da oltre un decennio,  a Favara si celebra la Settimana della Legalità, per iniziativa  allora del Consiglio Pastorale Cittadino, ma che via via è cresciuta ed ormai  da un bel po’ di anni, affiancata dall’Amministrazione Comunale.

Settimana della Legalità che, grazie al qualificato costante impegno del  dott. Gaetano Scorsone, coordinatore dell’Area “P.Puglisi” del Consiglio Pastorale Cittadino (CPC),   quest’anno giunge alla XIII edizione; e, particolarmente ricca di dibattiti ed eventi vari di grande spessore culturale,  proprio oggi viene presentata tramite i social alla collettività favarese,  a firma congiunta con il Sindaco Anna Alba.  Una Settimana della legalità, quella di quest’anno, iniziata proprio oggi 3 maggio, e  davvero ricca di momenti assai qualificati, che si concluderà venerdì prossimo 7 maggio. Un  programma  così ricco di appuntamenti che è impossibile riassumere e che vale davvero la pena riscontrare sui social dove è pubblicato per intero.

Ma ecco la casuale coincidenza ! proprio oggi l’emittente televisiva locale Sicilia-TV, tanto seguita, trasmette nei suoi programmi di informazione la notizia di una  lunga lettera  firmata da 110 cittadini, di ogni condizione sociale e di diversa formazione culturale , tutti “consapevoli delle forti criticità ed emergenze che affliggono il  tessuto sociale , umano, culturale, urbano ed economico” di Favara; ma che tuttovia sentono il dovere di proporre alla comune riflessione, in vista delle elezioni amministrative del prossimo autunno,  un progetto politico innovativo , “capace di governare questa città e proiettarla verso lo sviluppo sostenibile”.

Una lettera che Sicilia-TV pubblica anche per intero nel suo sito-web, dando quindi ad ognuno la possibilità di leggerla,  e  possibilmente accoglierla, integrarla, aggiungere insomma proprie osservazioni, con l’unico intento di rendere possibile una svolta davvero positiva  per la città che versa nelle condizioni che ognuno conosce leggendo i commenti dei vari giornali, stampati ed on-line.

Il desiderio espresso nella lettera da parte  dei 110 cittadini è “che si possa concorrere al miglioramento della qualità della vita di ciascuno, come singolo e come società, in forma dinamica, basandoci sull’Etica del Noi e sulla Nobiltà dell’impegno politico ed amministrativo che dovrà essere portato avanti con correttezza, trasparenza e disinteresse personale, nell’ottica esclusiva del perseguimento del bene comune”.

Favara che,  – (come spesso sui social  hanno fatto  notare gli osservatori politici sui vari mezzi di comunicazione sociale) – di delusioni ne ha subito tante, soprattutto nell’ultimo decennio, una più cocente dell’altra, adesso nella lettera si dice testualmente che è una :  “…. Città di grandi contraddizioni, da un lato, vive una grave ed evidente crisi economico – finanziaria, con un elevato indice di disoccupazione lavorativa, dove si avverte un profondo e diffuso degrado urbano, sociale e morale; e, dall’altro, ha visto nascere, sviluppare e radicarsi, brillanti e qualificate esperienze private di caratteri imprenditoriali, economiche, associative, artistiche, commerciali e culturali in variegati settori quali il turismo, l’agricoltura, l’arte contemporanea, il mondo sportivo, il volontariato, la disabilità, l’emarginazione, la solidarietà……….. Su queste basi, bisogna ridisegnare e ricostruire Favara”.

Bastano solo questi cenni per capire il tono generale della lettera e  lo scopo dei firmatari, che è quello di elaborare e scegliere unProgetto Comune”.

La XIII  Settimana della Legalità e la contemporanea proposta, – (puramente casuale dal punto di vista temporale!) – di questa proposta politica di un “Progetto Comune”,  fa pensare ad un misterioso intreccio, nel momento in cui si deve riflettere  nel vivo dei tanti problemi irrisolti e sotto gli occhi di tutti.  A partire dai  partiti politici,  che a Favara – si dice – sono utili solo per fare le liste dei candidati al civico consesso,  e che poi si spengono e cessano di esistere.   Proprio quando  avvengono, per esempio,  aumenti sproporzionati della Tari, – (pare un paio di milioni in più rispetto al quinquennio precedente) – e  mentre la città si mantiene sporca…..magari  più  o  comunque non meno di prima .

Naturalmente a pagare sono i cittadini migliori, perché gli evasori (a giudizio di tutti…una grossa percentuale a Favara….che si diceva di volere scoprire…..- (col  motto  accattivante “pagare tutti per pagare meno” ! !) –   non sono stati scovati…..

Non solo ! I pochi incivili che  mortificano la città sporcandola liberamente , hanno la possibilità di agire in piena libertà, essendo il territorio non controllato. E lo stesso Comune che  è in possesso delle foto trappole e  di tutta la  tecnologia  adatta per punire  i responsabili,  si volta dall’altra parte, forse per quieto vivere.  E  così i balordi continuano indisturbati, mettendo a rischio serio anche l’incolumità fisica per le possibili  malattie  che si diffondono, a prescindere dalla pandemia.

Diego ACQUISTO—- 03-05-2021

N.B.–L’articolo di cui sopra sta per avere una certa attenzione…..con qualche intervnto  nelmerito dei problemi…….Ecco: —-

Antonio PalumboGrazie Diego Acquisto per questa lucida analisi e per aver colto il senso di questa lettera aperte, di questo vero e proprio “MANIFESTO”, che in tanti abbiamo voluto sottoscrivere e che ha visto tanti cittadini contattarci chiedendoci di  condividere e sottoscrivere questa nostra proposta.

Antonio Liotta Carissimo Diego Acquisto.. ho letto con particolare attenzione le tue riflessioni e concordo nel senso pieno del preciso significato che i due eventi hanno e soprattutto quello che saranno in grado di stimolare e sviluppare. Favara è un paese anomalo dove è facile vivere di opportunismi, clientelismi e al di fuori di regole. Legalità e Giustizia, Diritti e Doveri sono temi che cozzano tra di loro e domina la Libertà di fare quello che ad ognuno piace nel proprio interesse. Ci si lamenta di un paese sporco, ma perché non si paga -e sono più del 60% a non farlo- il relativo tributo? Oggi viene fuori un “Progetto politico di Polis-Etica” che parte dal basso per costruire il cambiamento democratico dove al centro sta la PERSONA, l’Etica del Noi. Costruiamo assieme, tutti, una Favara che sia pulita nella testa e nel cuore libera da mafie e corruzioni e potentati partitici clientelari.

*********

 DIEGO ACQUISTO

Grazie del consenso caro dott. Liotta.……BENISSIMO : Costruiamo assieme, tutti, una Favara che sia pulita nella testa e nel cuore libera da mafie e corruzioni e potentati partitici clientelari.

********* Mi chiedo e offro alla riflessione comune per evitare altra cocente delusione………

I pochi incivili che mortificano la città sporcandola…. I pochi balordi che continuano indisturbati ? Chi ha il dovere di intervenire contro costoro ?

Perché non lo si fa ?……se pare che ci siano anche i mezzi tecnologici moderni , oltretutto pagati ?……..Perché con tutte le telecamere mi pare che non si sia saputo niente del tentativo di incendio del portone del Municipio ?………Perché le erbacce continuano floridamente a vegetare ai bordi di tante strade di Favara ? ed è una cosa ben visibile da tutti, nel silenzio assordante, tranne da parte di alcuni giornalisti ?…………Chi ha il dovere di controllare ?……..Chi il dovere di controllare i controllori ?………Ed al riguardo dei controlli e di controllare i controllori, se necessario anche con sanzioni…..perché è tutta gente stipendiata ad hoc, a spese del popolo, ……Cosa prevede il  “NUOVO PROGETTO”  al riguardo ?  Come si potrà, democraticamente e civilmente, davvero cambiare nei fatti ?……….

 

N. B. —- Oggi, venerdì 7 maggio si conclude la XIII Settimana della Legalità, con la consegna a molti, enti e persone che hanno partecipato, di meritate, lodevoli attestazioni.   Una settimana davvero ricca di messaggi  molto validi,  da parte delle persone più qualificate e non solo per il loro ruolo istituzionale che ricoprono a livello Comunale e Provinciale….. ! …….tanti validissimi messaggi….ed opportunamente   da parte di tutti è stato ribadito che l’antimafia non si fa a parole ma con i  fatti……e ieri la cronaca ha registrato e correttamente riferito che gli operatori ecologici favaresi si sono recati in Caserma per ottenere  quello che spetta loro per diritto…….un sacrosanto diritto……..cioé ……...UNA LEZIONE QUESTA  davvero di LEGALITA’ spicciola e concreta…….che dimostra plasticamente……..quanto sia necessario a Favara  (e sicuramente  non solo ! )  passare dalle parole ai fatti……….Un monito questo squisitamente evangelico !

*****

—In qualche messaggio che mi perviene  si fa notare che affiancarsi alla Municipalità ed ottenere – (o comunque beneficiare) –   del suo patrocinio fa perdere di credibilità alla Settimana della Legalità…….ancora di più se si dovesse sentire l’esigenza di una SETIMANA  STRAORDINARIA di LEGALITA’ che dovesse nello specifico concentrarsi unicamente sui problemi della Città di Favara, in cui ad essere chiamata in causa sarebbe anzitutto, – (anche se non solo !) – sicuramente l’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, nei suoi organi democraticamente rappresentativi,  scelti “ad tempus” dai cittadini. Un’osservazione che personalmente condiviso !

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More