AVVENTO COME TEMPO di PACE. Iniziative varie e parole di speranza

53

Notiziario di Telepace – lunedì 29.11.2004

AVVENTO COME TEMPO di PACE

Iniziative varie e parole di speranza

servizio di don Diego Acquisto

Con l’inizio del tempo liturgico dell’Avvento che conduce al Natale, più forte si fa l’istanza per una pace duratura che coinvolga tutta l’umanità e, in particolare, i luoghi in cui i conflitti sembrano particolarmente difficili da sanare come la Terra Santa. “Per il quinto anno consecutivo le festività natalizie si svolgeranno in un clima di terrore per tutte le popolazioni della Terra Santa. Tutto ciò, ancora una volta, a causa delle violenze – occupazioni, Kamikaze, operazioni militari – che continuano a ripetersi in quei luoghi, violenze che sono fonti di indicibili sofferenze per tutte le popolazioni coinvolte e cause di ritardi nel cammino verso una soluzione giusta e pacifica del conflitto in corso. Ma, a dispetto delle condizioni estremamente dure, Betlemme, la città natale di Gesù Cristo, deve essere e restare un luogo di pace”. È quanto affermano in una lettera i responsabili di PAX CHRISTI, l’associazione “Chiesa e pace” e la presidenza della Conferenza delle Commissioni europee “giustizia e pace”. In occasione delle prossime festività natalizie le 4 organizzazioni accolgono e rilanciano un’iniziativa promossa dai loro partners palestinesi ed invitano i propri membri ad inviare a Betlemme auguri e preghiere per la pace.

Un modo importante questo di inviare messaggi, per entrare in comunicazione con le tante persone che in quei luoghi attendono una parola di speranza. Anche solo un breve messaggio infatti può costituire un aiuto a superare la disperazione per coloro che abitano in quella regione”. Tutti i messaggi saranno pubblicati sul sito di Pax Christi internazionale (www.paxchristi.net), con il quale ci si può anche collegare per l’invio dei messaggi stessi. Inoltre, le preghiere e gli auguri per la pace, che giungeranno a Pax Christi, oltre che distribuiti come messaggi personali, verranno anche utilizzati sotto forma di materiale didattico di educazione alla pace o nel contesto di alcune preghiere interreligiose. E già per il 22 dicembre prossimo, è stata indetta una giornata di digiuno e preghiera per la Terra Santa. “Per l’instaurazione della vera pace nel mondo – come ha più volte ricordato Giovanni Paolo II _ la giustizia deve trovare il suo completamento nella carità e nello sviluppo solidale”. Ed è questa l’ottica che ispira l’itinerario proposto da CARITAS ITALIANA alle Caritas diocesane a cominciare da questo tempo di Avvento. In questa direzione della giustizia e dello sviluppo solidale, va anche la marcia per la pace del 31 dicembre, appuntamento ormai fisso e collaudato a cura di Pax Christi Italia, Caritas italiana e Ufficio lavoro della Cei, che quest’anno si svolgerà da Ragusa a Comiso, sul tema fissato dal Papa per la Giornata mondiale della pace del 1° gennaio 2005: “Non lasciatevi vincere dal male ma vincete con il bene il male”.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More