Agrigento-Consiglio Comunale del 26.X.2004: Dibattito surreale

49

Notiziario di Telepace – mercoledì 27.X.2004

Agrigento-Consiglio Comunale del 26.X.2004: Dibattito surreale

L’opinione di Salvatore Pezzino

 Chi ha assistito ai lavori dell’ultima seduta del consiglio comunale di Agrigento si è trovato di fronte ad uno scenario surreale.

Nell’ordine del giorno spiccava un argomento che era stato già al centro di polemiche e che prevedeva, attraverso l’approvazione di una variante agli strumenti urbanistici, la realizzazione di un grande centro commerciale.

L’anomalia della seduta è consistita nel fatto che si è sviluppato un dibattito unidirezionale, dove consiglieri di tutti i settori esprimevano ampie perplessità sul punto da esitare e dove non esisteva la possibilità di conoscere il parere dell’amministrazione attiva, direttamente dalla bocca dei suoi rappresentanti.

Come in una rappresentazione teatrale, ispirata dalla più sofisticata regia, campeggiavano sulla scena le sedie vuote, solitamente occupate dal sindaco e dai membri della giunta comunale.

Qualcuno ha parlato di procedure che inquinerebbero le regole della democrazia nella nostra realtà.

Sicuramente si può ipotizzare un’alterazione dei normali equilibri tra gli organi democraticamente eletti e deputati a rappresentare gli interessi della comunità.

Se è difficile immaginare che una serie di fortuite coincidenze abbiano impedito all’esecutivo di Palazzo dei Giganti di essere presente, sia pure con un solo componente, è meglio non pensare che queste assenze siano riconducibili ad una meditata quanto infelice strategia.

Un’ultima annotazione coinvolge i più autorevoli rappresentanti della giunta , certamente impegnati, in quei frangenti, a Montecitorio, ma non per questo esenti dalla responsabilità della vigilanza e dall’obbligo di dare buoni consigli.

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More