Favara- Consegnato all’Amministrazione Comunale il defibrillatore

0

Invocando la protezione da Dio, per intercessione di Maria Ss della Neve, è stato benedetto ieri sera in piazza Cavour, davanti al Palazzo di Città il defibrillatore, consegnato da Peppe Russello, uno dei promotori, alla Sindaca Anna Alba !
Un defibrillatore acquistato con i fondi raccolti in occasione della manifestazione del 6 luglio, nel corso dell’ iniziativa “ 5.30 virtual ” promossa dalle Associazioni Asd Favara Runners e Asd Fradici Runners.
La cerimonia di consegna è stata preceduta da una presentazione tecnica del prezioso strumento da parte dei responsabili della Politerapy-Favara Lillo e Raffaele Montaperto, a cui è seguita una dettagliata dimostrazione pratica del modo come procedere ed usare lo strumento al momento del bisogno, da parte degli esperti della Croce Rossa provinciale, presente con il suo presidente dott. Vita.
Un evento davvero importante e speciale per la città, che deve ringraziare le due società sportive che hanno avuto l’intraprendenza di avviare l’iniziativa, raccogliendo l’adesione fattiva di larghe fasce della popolazione favarese, che ha subito colto il grande valore per il sommo rispetto che si deve al grande e prezioso dono della vita, da tutelare al massimo e con tutti i mezzi umanamente possibili ed i ritrovati più innovativi della scienza.
Adesso a Favara con il defibrillatore sempre disponibile h24, nella piazza centrale, non solo i favaresi ma anche i turisti ed i numerosi visitatori che ogni sera – soprattutto nel week-end e festività – frequentano e spesso affollano la città, anche per gustare le prelibatezze della pasticceria e cucina locali, possono sentirsi ancora più al sicuro del solito.
Alla manifestazione di ieri sera davvero buona la partecipazione di giovani e non, con la presenza di diversi amministratori, assessori e consiglieri comunali, segno di un’empatia che, malgrado le note difficoltà amministrative, la giunta pentastellata non ha affatto perduto, forse anche per lo stile di sincerità, semplicità ed umiltà con cui continua a rapportarsi.
Favara cardio-protetta col defibrillatore è senz’altro una conquista importante di grande soddisfazione, frutto di collaborazione del privato che incontra il pubblico; un privato, in questo caso rappresentato da due benemerite Società sportive.
Ed a proposito di cose possibili, invocando l’intercessione di Maria Ss. della Neve anche per un fruttuoso incontro tra pubblico e privato, non è mancato nel corso della manifestazione di ieri sera, un richiamo a prestare attenzione al centro storico, per il quale assai poco se non proprio niente è stato fatto dopo quel tragico 23 gennaio 2010, quando l’attenzione di tutti l’Italia e forse non solo, si concentrò per alcuni giorni su Favara.
Diego Acquisto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.